giovedì 20 luglio 2017

M5S: la senatrice Puglisi e l’ emendamento ‘ammazza scuola’



I parlamentari del Movimento 5 Stelle delle commissioni Cultura di Camera e Senato, come si apprende da un articolo pubblicato su Orizzonte Scuola,  rilasciano la seguente dichiarazione in riferimento all’emendamento sul decreto vaccini: “ La senatrice Puglisi, che la scuola l’ha distrutta contribuendo attivamente a scrivere la sciagurata riforma renziana, ha davvero una bella faccia tosta.  Ha avuto il coraggio di presentare un emendamento al decreto vaccini che di fatto sottraeva denaro al già misero ‘Fondo per  l’arricchimento e l’ampliamento dell’offerta formativa e per gli interventi perequativi’, cioè il Fondo dedicato alla formazione del personale della scuola, alla didattica, all’innalzamento del tasso di successo della scolarità e per il contrasto dell’abbandono scolastico. Invece di vergognarsi per questo emendamento ‘ammazza scuola’, si lamenta che la relatrice lo abbia ritirato”.




Aldo Domenico Ficara 

mercoledì 19 luglio 2017

Codogno: parla la Ds del docente assenteista



Riportiamo dalle pagine de Il Giorno  la testimonianza della dirigente scolastica dell’istituto superiore di Codogno e dell’istituto Merli Villa Igea di Lodi in merito al docente assenteista Alfredo M. indagato per truffa aggravata ai danni dello Stato. La preside ha detto: “Il professore lavorava qui già da prima che arrivassi io ma, in tre anni di presidenza, l’avrò visto tre volte e mai in classe . L’indagine comunque andava fatta e ora sarà il tribunale a stabilire quanto dovuto, io intanto posso dire che il docente da marzo non era più di ruolo (la preside non può invece specificare la motivazione) e da settembre probabilmente qualcuno prenderà definitivamente il suo posto.  A me spiace sia uscita questa storia perché si rischia si generalizzi un comportamento anomalo investendo in maniera negativa una categoria di insegnanti, i 150 della mia scuola e i colleghi in generale, che fanno invece il loro lavoro in modo grandioso e onesto, assumendosi una serie di incarichi e responsabilità e facendolo al meglio. Questa è un’anomalia. Io sono dirigente da tre anni ed è il primo e unico caso anomalo di cui ho sentito parlare “




Aldo Domenico Ficara

Massimo Gramellini: la scuola dei furbi e moralisti



Massimo Gramellini sul caso dell’avvocato calabrese  assente nella scuola lombarda ( Codogno ) , mentre esercitava la professione  in terra calabra ( Reggio Calabria ), scrive: “ Alfredo, avvocato di grido in Calabria e insegnante di ruolo in Lombardia, non è solo l’ennesimo furbetto che lavora a tempo pieno nel privato e intanto percepisce uno stipendio pubblico, sottratto a un altro più disponibile di lui. È anche un ex sindaco di sinistra, presidente e sostenitore di associazioni antimafia. È insomma un italiano completo. Furbo e moralista, intransigente sui massimi sistemi e accomodante su quelli minimi quando coincidono con i suoi comodi. Uno di quei cavalieri dell’ideale che si sentono a tal punto dalla parte giusta da non rendersi neanche conto di fare la cosa sbagliata “.

Aldo Domenico Ficara

PS: da docente calabrese che a scuola va ogni santo giorno come tanti altri insegnanti calabresi, di questa storia mi vergogno un po’, anzi molto.




Antimo Di Geronimo: trasformare la figura del Ds da funzionario di carriera a funzionario onorario democraticamente eletto in seno al collegio docenti

Ieri, 18 luglio, le Commissioni riunite Cultura e Lavoro, hanno svolto audizioni delle organizzazioni sindacali, nell'ambito dell'esame delle proposte di legge recanti modifiche all'articolo 18. Nel video che segue Gilda TV propone  l'intervento di Antimo Di Geronimo in rappresentanza del sindacato Gilda-Unams. Il video integrale è disponibile presso il sito della Camera: webtv.camera.it.



5 competenze professionali decisive per determinare l’aumento stipendiale dell’insegnante



Gli scatti di anzianità continueranno ad avere il loro peso sullo stipendio di un insegnante anche dopo il rinnovo del contratto, ma sulla parte del salario accessorio per decidere chi avrà diritto ad un aumento stipendiale più consistente ci sarà una fase di valutazione nella quale saranno presi in considerazione 5 competenze professionali:

1.     lavoro progettuale in classe;
2.     capacità di valutazione degli alunni;
3.     rapporto con le famiglie;
4.     capacità di saper orientare gli alunni;
5.     frequenza in classe.




Aldo Domenico Ficara

A Renzi fa rabbia lo stop del progetto Scuole aperte d´estate



Scuole aperte d´estate, salta tutto. Dalle Scuole il "no" al progetto. Dal MIUR, secondo le indiscrezioni riferite in un articolo apparso ieri su Repubblica.it, a firma di Antonella De Gregorio, la causa dello stop sembra tutta addebitabile ai soliti problemi burocratici che spesso, nel nostro Paese, segnano la fine di progetti, importanti o meno. Una selezione che era stata avviata ma che poi si era bruscamente inceppata a causa anche di concomitanze (come «assecondare le richieste di proroghe provenute dalle zone colpite dal terremoto») e necessità di istruttorie e suoi supplementi («e per consentire un attento esame delle moltissime richieste pervenute»). Ma, probabilmente, c´è anche dell´altro, altrimenti sarebbero inspiegabili le parole pronunciate dall´ex presidente del Consiglio ed attuale segretario del Pd, Matteo Renzi, in occasione della presentazione a Napoli del suo libro, "Avanti": «Un clamoroso errore, una cosa che mi fa rabbia».



Aldo Domenico Ficara



Un altro blocco di Istanze Online: enormi difficoltà per la compilazione del modello B



Aumentano in modo esponenziale le lamentale per il un altro  blocco di Istanze Online in concomitanza delle graduatorie d'isituto, Infatti,  insegnanti e sindacati irritati dall’inefficienza  del sistema, mettono sotto accusa la macchina organizzativa del Miur. A tal riguardo duro il commento di Francesco Sinopoli, segretario generale della Flc Cgil: "Senz'altro nessuno si aspettava più di 700 mila domande per il rinnovo delle graduatorie di istituto (significativa dello stato occupazionale del Paese) ma ciò non giustifica le enormi difficoltà che si stanno affrontando per la compilazione del modello B che indica le scuole prescelte per la probabile chiamata a supplenza". Il ministero probabilmente si aspettava circa 300mila domande come lo scorso anno scolastico e invece ne sono arrivate  oltre 700mila. Ad aggravare ulteriormente la situazione, la brevità dei tempi: 10 giorni contro i 45 dell’anno precedente.




Aldo Domenico Ficara

martedì 18 luglio 2017

Suggerimenti, riflessioni, strategie e consigli pratici per stare bene in cattedra

Suggerimenti, riflessioni, strategie e consigli pratici estratti da un manuale (  L'arte di Insegnare (Vallardi) ) che raccoglie tutto quello che è necessario sapere per stare bene in cattedra  e per sviluppare una nuova didattica. Suggerimenti utili a chi vuole intraprendere la professione dell'insegnante o ha iniziato da poco, Tra questi una sorta di decalogo del buon insegnante:

1) Prima date e poi chiedete: agli alunni date rispetto, attenzione, coerenza,  comprensione. Prima voi.
2) Entrate in classe pieni di entusiasmo: l'entusiasmo è contagioso. Come la noia.
3) Ricordate che anche i ragazzi difficili sono vostri alunni: non sono maleducati, ma male educati; hanno bisogno di aiuto più degli altri.
4) Mettetevi sempre in discussione. Aggiornatevi, leggete, studiate, confrontatevi.
5) Fate sentire ai ragazzi che volete aiutarli e che vi interessano. Diteglielo.
6) Date molta importanza alle regole e rispettatele voi per primi.
7) Avere una buona autostima è essenziale: gli alunni vi vedono come vi vedete voi. Se non vi stimate non vi stimeranno neanche loro.
8) Privilegiate concetti e metodi: i puri contenuti si trovano anche nel web.
9) La lezione perfetta è quella che costruite insieme agli alunni. È un dialogo, non un monologo. Non si può apprendere senza partecipare.
10) Per essere autorevoli dovete essere preparati e guadagnarvi la fiducia e il rispetto dei ragazzi.


Aldo Domenico Ficara

Professore fantasma: collezionava certificati di malattia in Lombardia per fare l’avvocato in Calabria



A Lodi insegnava - o meglio avrebbe dovuto insegnare - diritto, ma in cinque anni i suoi alunni non l’hanno visto una sola volta in classe: in realtà, faceva l’avvocato in Calabria. Collezionando certificati di malattia, congedi biennali per assistenza al padre malato e aspettative, il «professore fantasma» ha totalizzato la bellezza di 1533 giorni di assenza da scuola, praticamente gli interi periodi di lezioni dell’anno scolastico. Nel frattempo il finto malato (o finto assistente del padre malato) svolgeva regolarmente la professione forense in Calabria, partecipando a centinaia di udienze di vari processi. Il docente assenteista – A. M., di 55 anni, titolare di uno studio legale a Santo Stefano Calabro ( Reggio Calabria ) – è stato arrestato dalla compagnia di Lodi della Guardia di Finanza e messo agli arresti domiciliari per l’intero periodo delle indagini.


Apertura del sistema SIDI anche di sabato e domenica per inserire le domande dei docenti di terza fascia



La circolare del MIUR che prevede l’apertura del sistema SIDI anche nei giorni di sabato e domenica dalle ore 7 alle ore 22 è stata inviata a tutte le scuole anche in questo anno scolastico Di fatto il personale di segreteria, che dovrà inserire le domande dei docenti supplenti di terza fascia che stanno aggiornando le graduatorie di istituto, sarà penalizzato perché impegnato anche in giorni festivi e prefestivi. La medesima situazione si era verificata l’anno scorso, sempre per poter ottemperare a scadenze dettate dal Ministero. Sulla questione iniziano a sollevarsi numerose polemiche e proteste da parte degli applicati di segreteria che si vedano obbligati a lavorare da casa il sabato e la domenica con una nota scritta.



Aldo Domenico Ficara