martedì 28 febbraio 2012

Concorso DS: Il Tribunale Amministrativo Regionale della Campania (Sezione Quarta) dichiara la propria incompetenza territoriale ( 2 )

Si riporta l'ordinanza del TAR Campania del 22 febbraio 2012  N. 01017/2012 :

N. 01017/2012 REG.PROV.COLL.

N. 06350/2011 REG.RIC.          



REPUBBLICA ITALIANA

Il Tribunale Amministrativo Regionale della Campania

(Sezione Quarta)

ha pronunciato la presente

ORDINANZA



sul ricorso numero di registro generale 6350 del 2011, integrato da motivi aggiunti, proposto da:



Giovanni Accardo, Giovanni Acerra, Stefano Addeo, Fabiana Alfieri, Maria Lucia Aliperti, Rosa Alise, Carmela Allocca, Andrea Amoroso, Fulvio Ancona, Anna Maria Attore, Maria Auricchio, Patrizia Avino, Ermelinda Barba, Domenico Bellucci, Carmela Lucia Bernucci, Biagio Biancardi, Rosaria Blasi, Isabella Bonacci, Giuseppe Bordoni, Nunzia Maria Borelli, Domenico Antonio Brachi, Mario Brasile, Marianeve Brigidi, Silvana Buttafarri, Laura Patrizia Cagnazzo, Giuliana Calabria, Ciro Camardella, Anna Cammisa, Rossella Capicchiano, Massimo Cappelluzzo, Maria Rosaria Carini, Assunta Carito, Lucia Carrano, Anna Castaldo, Anna Catapano, Giovanna Catauro, Antonio Celardo, Maria Ceniccola, Katia Cherubini, Teresa Cianniello, Rachele Ciccarelli, Anna Maria Cimmino, Vincenzo Ciotola, Antonio Cirillo, Silvio Confessore, Emilia Annunziata Consaga, Camilla Conte, Antonietta Contento, Giuseppina Contento, Maria Coppola, Antonio Cresci, Carmela Cristiano, Gerarda Curcio, Diana Damiano, Maristella D'Alessandro, Simona D'Amore, Elvira D'Angelo, Maria Rosaria D'Avanzo, Simonetta De Chiara, Maria Luisa De Fusco, Teresa De Gennaro, Luigi De Luca, Annalaura De Nigris, Annamaria De Palma, Raffaela De Rosa, Carmela De Simone, Ida De Simone, Mariarosaria De Simone, Antonio De Stefano, Adele De Vivo, Rosa Del Gaudio, Floriana Del Giudice, Giovanni Del Prete, Maria Della Monica, Anna Laura Deviato, Anna Di Domenico, Maria Di Donato, Carmen Di Fiore, Francesco Antonio Di Lorenzo, Pina Di Pasquale, Rosa Maria Di Vito, Marianna D'Onofrio, Giovanna D'Orio, Letizia Erini, Angelo Esposito, Annamaria Esposito, Eleonora Vita Esposito, Pina Esposito, Vittoria Esposito, Rosanna Fabbricatore, Nicola Annunzio Fabozzi, Loredana Faraone, Angela Fato, Anna Feraco, Dolcissima Ferrara, Pietro Ferraro, Maria Rosaria Ficalora, Maria Fiore, Caterina Fiorentino, Maria Rita Fornario, Maria Franco, Immacolata Fusco, Cornelia Gabriele, Rosalba Gentile, Pasquale Gcbpql58m06g964p Giacobbe, Pasquale Giacobbe Gcbpql57m20g964c, Natalina Giffoni, Angelo Gifuni, Maria Teresa Grimaldi, Danila Maria Natascia Grosso, Ilaria Grosso, Margherita Guerra, Pasqualina Iacono, Assunta Imperato, Adriana Improta, Giuseppina Iossa, Pasquale La Marca, Giacomo La Montagna, Maria Landolfo, Maria Langella, Carmela Antonia Lanzotti, Claudio Lombardo, Giovanni Battista Maese, Paola Majorana, Fidalma Malfera', Giuseppe Malfera', Anna Lucia Manzo, Angelina Marano, Giuseppe Maresca, Patrizia Mariniello, Maria Giuseppa Marrazzo, Antonietta Mauriello, Simona Mauriello, Rosanna Mautone, Maria Gabriella Mazzaccara, Teresa Mazzarella, Federico Mazzone, Maria Milano, Donatella Militerni, Annunziata Minieri, Paolamarina Mirabile, Claudia Mirto, Ersilia Molli, Gabriele Montagano, Michela Morebello Morabito, Maria Morgese, Teresa Morrone, Giovanna Naddei, Giovanni Napolitano, Ornella Napolitano, Franco Nappo, Michelina Nappo, Imperatrice Natale, Antonio Oropallo, Felicia Palma, Rosa Palma, Vittoria Panarese, Mariarosaria Panza, Antonella Paolillo, Cristiana Passerini, Marilina Perna, Maddalena Petrella, Michele Petrillo, Angela Pica, Anna Pinto, Maria Pirozzi, Mario Policano, Maria Porta, Stefania Portelli, Mariantonietta Prisco, Stella Anna Prisco, Restituta Prota, Colomba Rea, Daniela Rea, Loredana Rea, Aldo Renzi, Giovanni Ricci, Enrico Righi, Maria Rizzi, Ornella Romano, Carmela Russo Rsscml60s47g902t, Carmela Russo Rsscml64a51f839m, Massimo Salsano, Rossella Salvato, Liberata Sannino, Giuseppina Sansone, Filomena Sarcano, Pasquale Sarnacchiaro, Carmela Sasso, Lucia Scala, Patrizia Scappin, Bianca Schiavone, Matilde Schioppa, Francesco Schupffer, Emilia Scognamiglio, Luca Scolastico, Anna Scotti, Giovanna Senno, Stefano Silvestri, Antonietta Sorrentino, Gabriela Sticotti, Antonia Suppa, Rosaria Taglialatela, Stefano Taiani, Raffaela Tammaro, Emanuela Totaro, Antonio Tuccillo, Francesco Ussorio, Valeria Vaccaro, Genoveffa Vannucci, Mario Viscardi, Elisabetta Visco, Maria Rosaria Visone, Carmen Vitale, Mariarosaria Vitiello, Anna Rosaria Vovola, Monika Wilmer, Maria Luisa Zampetti, Emilia Zanfardino, Maria Angela Zanfardino, Giuseppina Torino, Alfredo Galderisi, Amalia Granato, Paola Maria Cataldi, Vincenzo Maddaluno, Rosaria Savastano, rappresentati e difesi dagli avv. Ivan Del Giudice, Guido Marone, con domicilio eletto presso Guido Marone in Napoli, via A.Scarlatti N. 67;



contro

Ministero dell'Istruzione dell'Universita' e della Ricerca - Ufficio Scolastico Regionale della Campania, in persona del Ministro legale rappresentante pro tempore, rappresentato e difeso dall'Avvocatura Distrettuale dello Stato di Napoli, domiciliato per legge in Napoli, via Diaz, 11;


nei confronti di

Liliana Gagliano;


e con l'intervento di

ad opponendum:
Pasquale Delle Curti, Rocco Gervasio, rappresentati e difesi dall'avv. Bruno Carbone, con domicilio eletto presso Bruno Carbone in Napoli, via S.Teresa al Museo 8; Antonio Martire, rappresentato e difeso dall'avv. Pasquale Napolitano, con domicilio eletto presso Pasquale Napolitano in Napoli, via G. Rossini N.22;
Associazione Nazionale Dirigenti e Alte Professionalità della Scuola-Anp, rappresentato e difeso dagli avv. Federico Tedeschini, Pierpaolo Salvatore Pugliano, con domicilio eletto presso Andrea Abbamonte in Napoli, via Melisurgo,4;


per l'annullamento

a) degli elenchi dei candidati risultati idonei alle prove preselettive relative al concorso di cui al DG del 15.07.2011 adottato dal MIUR e pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale Concorsi IV serie speciale n. 56 del 15.07.2011; b) di qualsiasi atto anche tacito o non conosciuto, da cui derivi l'esclusione dei ricorrenti dal concorso in questione; c) dei verbali della commissione d'esame e dei provvedimenti relativi allo svolgimento delle prove preselettive; d) dei provvedimenti, di protocollo e data sconosciuti, con i quali il Ministero resistente ha stabilito i contenuti e le modalità operative di svolgimento delle prove pre-selettive previste dall'art. 8 del bando concorsuale e dall'art. 5 del d.p.r. 10 luglio 2008 n. 140, ed in particolare dei provvedimenti con i quali sono stati approvati sia la banca dati dei quiz selettivi sia il "Manuale delle procedure selettive"; e) della nota Direzione Generale per il Personale Scolastico - Ufficio II del M.I.U.R., prot. n. AOODGPER.7971 del 30 settembre 2011 e delle relative "istruzioni" fornite ai candidati per l'espletamento della prova pre-selettiva; nonché di ogni altro atto comunque presupposto, connesso o consequenziale;

nonché per la declaratoria del diritto dei ricorrenti ad essere ammessi al concorso in questione; nonché di ogni altro atto comunque presupposto, connesso o consequenziale;

nonché, con motivi aggiunti depositati in data 04.01.2012, f) del decreto del Direttore Generale dell'Ufficio Regionale Scolastico della Campania n. 15667 prot. del 25.11.2011, con cui, in annullamento e sostituzione dei precedenti provvedimenti assunti, i candidati compresi nell'allegato elenco sono stati ammessi allo svolgimento della prova scritta, nella parte in cui i ricorrenti sono stati esclusi dal prosieguo delle operazioni concorsuali; g) di ogni altro atto comunque presupposto, connesso o consequenziale, ivi compresi il decreto rettoriale n. 15082 prot. del 10.11.2011, i provvedimenti di nomina delle commissioni ed i verbali concorsuali; nonché per la rinuncia ai capi di domanda concernenti l'impugnazione degli atti adottati dal Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca aventi efficacia generale, per quanto concerne la definizione dei contenuti della prova preselettiva, e quindi, per la rinuncia ai punti a), d), e), ed f) di cui al ricorso introduttivo.




Visti il ricorso, i motivi aggiunti e i relativi allegati;

Visti tutti gli atti della causa;

Visto l'atto di costituzione in giudizio del Ministero dell'Istruzione dell'Universita' e della Ricerca;

Visto l'art. 16, co. 2, cod. proc. amm.;

Relatore nella camera di consiglio del giorno 22 febbraio 2012 il dott. Guglielmo Passarelli Di Napoli e uditi per le parti i difensori come specificato nel verbale;




Ritenuto che, ai sensi dell'art. 13 del c.p.a. la competenza territoriale per il presente giudizio non appartiene al TAR Campania, bensì al TAR del Lazio, sede di Roma;

- che, infatti, nella presente controversia sono impugnati (oltre all'atto di esclusione della parte ricorrente, anche) atti adottati dalla Direzione generale del MIUR, nonché alcune successive disposizioni di carattere generale emesse dal MIUR per la disciplina dello svolgimento della prova di preselezione;

- che, sebbene la procedura stessa debba svolgersi "in tutte le sue fasi a livello regionale", ed i candidati potessero presentare domanda di partecipazione per una sola Regione, non è dubitabile che l'efficacia territoriale del bando e delle successive disposizioni generali relative alla prova preselettiva sia estesa all'intero territorio nazionale;

- che a ciò deve aggiungersi quanto statuito dall'Adunanza Plenaria del Consiglio di Stato n. 2 del 9 marzo 2011, che sulla riapertura di una precedente procedura selettiva per l'accesso alla qualifica di Dirigente scolastico aveva dichiarato la competenza del TAR Lazio con sede in Roma, sebbene il rinnovo della procedura riguardasse una sola Regione italiana;

- che, attese le predette considerazioni, non rileva, ai fini della competenza per territorio, l'aver parzialmente rinunziato al ricorso introduttivo (nel senso che la rinunzia all'impugnativa degli atti adottati dalla Direzione Generale non è sufficiente a radicare la competenza per territorio in questo Tar);

- che i peculiari profili della controversia inducono alla compensazione delle spese della presente fase;




P.Q.M.

Il Tribunale Amministrativo Regionale della Campania (Sezione Quarta) dichiara la propria incompetenza territoriale per essere territorialmente competente il TAR Lazio con sede in Roma.

Compensa le spese della presente fase.

La presente ordinanza sarà eseguita dall'Amministrazione ed è depositata presso la segreteria del tribunale che provvederà a darne comunicazione alle parti.

Così deciso in Napoli nella camera di consiglio del giorno 22 febbraio 2012 con l'intervento dei magistrati:



Luigi Domenico Nappi, Presidente

Anna Pappalardo, Consigliere

Guglielmo Passarelli Di Napoli, Consigliere, Estensore





   
   
L'ESTENSORE  IL PRESIDENTE
   
   
   



DEPOSITATA IN SEGRETERIA

Il 27/02/2012

IL SEGRETARIO

(Art. 89, co. 3, cod. proc. amm.)