mercoledì 1 agosto 2012

Concorso DS: perché tacere sugli errori della preselettiva ? Parliamone



Sul sito web della Gilda Venezia è stato pubblicato un articolo (http://www.gildavenezia.it/docs/Archivio/2012/lug2012/futuro_dirigenti.htm ) dove un’ esperta, che ha contribuito alla stesura degli oltre 5000 test a risposta multipla ( modulo n..6 ), inseriti nella batteria di domande relative alla prova preselettiva del concorso per Dirigenti scolastici, scrive di non voler parlare di questi errori. Non è lontano il ricordo dell’estrema indignazione di  una moltitudine di docenti, costretti a subire oltre un migliaio di errori docimologici, che di fatto hanno condizionato pesantemente l’esito selezionante della prova.

Dalla prova preselettiva è passato quasi un anno, e oggi nell’articolo sopra menzionato si scrive: “Taciamo ( nell’articolo il verbo tacere è riportato  come taciamo con una c, mentre si scrive con 2 c, tacciamo:  http://dizionari.corriere.it/dizionario-si-dice/T/taccio.shtml ) volutamente sui numerosi ricorsi amministrativi non ancora conclusi, sul dimezzamento dei posti messi a concorso con il D.D.G. 13 luglio 2011, sulla preselezione realizzata con più di 5.000 astruse domande, sulla nomina dei membri delle commissioni e della correlata incompetenza esperta e via di questo passo “. E inoltre “Ed ecco che decine di migliaia di insegnanti, privi di qualsiasi forma di carriera, hanno deciso di partecipare ad un concorso che, rispetto al precedente del 2004, si presenta irto di ostacoli. Alcuni insegnanti, carichi di titoli (doppie e triple lauree, master, attività di aggiornamento, incarichi istituzionali) lo hanno affrontato pieni di speranze meritocratiche, tanto evocate in questi ultimi anni; altri, dopo una frettolosa preparazione mirata esclusivamente al superamento delle prove, hanno affrontato il concorso confidando nella fortuna, peraltro da tutti ritenuta componente essenziale per concludere l’iter con successo. E’ inutile sottolineare che gli uni e gli altri possono essere iscritti nella categoria “dilettanti allo sbaraglio” “, Quindi tacciamo volutamente sulla preselezione realizzata con più di 5.000 astruse domande ?  Sottolineiamo   tutti gli esclusi dalle prove scritte del concorso DS come “dilettanti allo sbaraglio” ? Io direi di no,  direi, invece,  di approfondire l’aspetto dell’errore e di chi lo ha compiuto. Ed approfondendo, evidenzierei che l’autrice dell’articolo “Dopo il concorso/corrida, ci sarà un futuro per dirigenti scolastici? “ è stata una esperta del modulo 6 nella stesura dei test per la preselettiva del concorso DS. Forse approfondendo un po’ di qua e un po’ di là,  i conti potrebbero tornare, con tutti i paradossi del caso.
Di seguito si riporta il link sull’elenco degli esperti nominati per la stesura delle domande a risposta multipla valide per la prova preselettiva nel concorso per Dirigenti scolastici:

Aldo Domenico Ficara

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.