mercoledì 16 gennaio 2013

CRITERI E MODALITA’ DI SVOLGIMENTO DELLA PROVA ORALE NEL CONCORSO DS IN SICILIA

Modalità di svolgimento.

La prova orale consiste in un colloquio interdisciplinare sulle materie indicate dagli articoli 8.9 e 10.2
del bando di concorso, letti alla luce dell’allegato tecnico al bando medesimo e mira ad accertare la preparazione
professionale del candidato anche con eventuali riferimenti ai contenuti degli elaborati scritti.
La Commissione, prima dell'inizio delle prove orali della giornata, determina i quesiti oggetto del
colloquio in numero di 5 per ciascun candidato, di cui i primi tre relativi a tre delle sei aree tematiche indicate dalle
lettere da a) a f) previste dagli articoli 8.9 e 10.2 del bando di concorso, il quarto attinente alla lettera g) del bando,
ed il quinto attinente alla lettera h) del medesimo.
I quesiti verranno inseriti in buste chiuse per la successiva estrazione da parte del candidato.
All’inizio di ogni giornata la Commissione predisporrà un numero di buste superiore al numero dei
candidati da esaminare.
Di norma la durata della prova è prevista in circa un’ora.








Valutazione della prova orale

Il punteggio attribuito alla prova orale scaturirà dalla seguente valutazione:
Aree tematiche oggetto del colloquio Punti Max 24/30
Informatica di cui all’art. 8 comma 9 lettera g Punti Max 3/30
Lingua Straniera di cui all’art. 8 comma 9 lettera h Punti Max 3/30
Per un massimo di punti 30/30.
Superano la prova orale coloro che ottengono un punteggio non inferiore a 21/30.
I criteri di valutazione ed i relativi indicatori sono quelli sotto indicati:
1) Pertinenza alle tematiche oggetto del colloquio con uso corretto dei riferimenti normativi. Punti max
9/30 (per i tre quesiti delle aree da
a ad f).
2) Chiarezza espositiva e capacità di sintesi. Punti max 9/30 (per i tre quesiti delle aree da
a ad f).
3) Capacità di approfondimento critico. Punti max 6/30 (per i tre quesiti delle aree da
a ad f).
4) Grado di conoscenza delle tecnologie e delle applicazioni informatiche: aspetti didattici, normativi e
giuridici. Punti max 3/30.
5) Grado di conoscenza, a livello B1 del quadro comune europeo di riferimento, della lingua scelta dal
candidato e capacità di conversazione su tematiche educative. Punti max 3/30.