domenica 17 marzo 2013

Cancellare i commenti da un blog è un' azione di trasparenza ?

Dal sito Libero quotidiamo.it si legge:

C'era poi il commento di tal Ferdinand Bardamu (pseudonimo da antieroe ispirato da Cèline) che gridava il suo dolore per la "svolta autoritaria del M5S", e invitava "i senatori dell'M5S che hanno avuto il coraggio e la serietà di ribellarsi ai diktat vergognosi di Grillo e ai suoi deliri di onnipotenza".
La censura - Un vero affronto al capo, dunque. E infatti il capo si ribella. Con metodi tutt'altro che democratici. La denuncia arriva da Bardamù stesso, che dopo aver raccolto 250 "like" al commento, scopre che a metà di domenica mattina il suo pensiero era scomparso. Alla sua denuncia si è poi unita quella di molti altri utenti: Grillo, il teorico dell'uno vale uno, censura i commenti scomodi e cancella le critiche. Ma il caso di Bardamù non è l'unico: alle 14 di domenica, riportava il sito del Corriere, erano accessibili 21 pagine di commenti al post con cui Grillo si è scagliato contro i traditori. Ogni pagina contiene 250 commenti. Dunque, all'appello ne mancano 2.250. Una clamorosa e macroscopica censura.

http://www.liberoquotidiano.it/news/politica/1205768/Grillo--censurati-i-commenti-negativi-sul-suo-blog.html

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.