giovedì 28 marzo 2013

Fiducia, rivolta sul blog di Grillo: ''Siete dei dilettanti''

La delegazione del Movimento 5 Stelle che ha incontrato Pier Luigi Bersani in diretta streaming ha chiuso ogni porta alla nascita di un nuovo governo con a capo il segretario del Pd. No a un appoggio diretto, no a un appoggio esterno, e no anche a un’uscita dall’Aula per abbassare il quorum e far nascere un esecutivo di minoranza.
E la scelta di Vito Crimi e Roberta Lombardi – guidati dalla regia di Beppe Grillo – non è piaciuta a molti nell’elettorato dei 5 Stelle. Sul blog di Beppe Grillo – sotto la diretta streaming di stamattina – sono comparsi tantissimi commenti critici. Che tra l’altro, fino alle 12,30 di stamattina, erano i più votati.
Eccone una selezione, visto che – come già successo – presto potrebbero essere cancellati o bollati come post di troll:




“Così non si va da nessuna parte”

Emanuele Sinagra, Casalecchio Di Reno: “Posso dire la mia? Io la fiducia la interpreto "hai il mio ok per fare il governo, poi si valuta caso per caso". Votare la fiducia non vuol dire garantire che un domani si possa votare contro a un legge e fare anche cadere il governo. Una non fiducia è stallo che non porta a nulla. Poi per carità, io in primis ho dato fiducia a Grillo, ma così non si và da nessuna parte, secondo me.


“Finitela con questa incredibile mistificazione”

Fabrizio F., Roma: “Beppe Grillo, Lombardi, Crimi finitela con questa incredibile mistificazione! Votare la fiducia al governo Bersani non significa assolutamente allearsi con il Pd. Significa svolgere un adempimento necessario (e discutibile) previsto dalla nostra Costituzione per far nascere un governo. E un governo non è nient'altro che qualcosa che permette a voi di poter attuare rapidamente alcuni punti del vostro programma. Non potete mandarci alla malora per delle mere questioni linguistiche. Abbiamo una grande opportunità e voi avete un potere di influenza straordinario. Rivedete le vostre convinzioni. Votare la fiducia non è allearsi con il Pd. Suvvia!”.


“Ma come ca… le facciamo le riforme”

Andrea Proietti83, Roma: “Senza alcun tipo di animosità voglio domandare una cosa, ma senza un governo o con un ‘governisssimo’ ma come ca… le facciamo le riforme che volevamo fare? Con Berlusconi nel governo, legge elettorale, conflitto d'interessi etc. etc. ma quando cazzo le facciamo?


“Così si favorisce Berlusconi”

Paolo De Persis, Veroli (Fr): “Grandissima occasione gettata alle ortiche per cambiare veramente e finalmente il Paese. Ha ragione Bersani: ‘Non vorrei che si passasse dalla fase del si può cambiare alla fase del si sarebbe potuto fare’, perché è questo il rischio che si sta correndo con questa presa di posizione. Purtroppo, ha proprio ragione. Con la sola ‘credibilità’ non si cambiano le cose. Per cambiare le cose ci vogliono anche i numeri. Ora si avrebbe la possibilità di imporre la nostra condotta di governo ad un governo a guida Pd. Solo ora. Perché non bisogna avere la presunzione di credere che se si andasse al voto si diventerebbe maggioranza. I sondaggi di queste ore dicono che la maggioranza andrebbe a Berlusconi. È davvero questo quello che noi elettori del M5S vogliamo? Vi lascio con questa riflessione”.


“Grazie di esservi candidati per stare a guardare il Paese”

Francesca Frati: “Grazie, veramente grazie. Di esservi candidati per stare a guardare il Paese che va alla deriva. Le responsabilità, se non le avete avute finora, da oggi le avrete eccome. Complimenti, voi sì che rappresentate il cambiamento....


“Grossi limiti politici”

Carlo G., Collegno: “Ho votato M5S (anche mia moglie) più per protesta che per convinzione, ovviamente verrò bollato come un troll dai fanatici del blog, ma chi se ne frega. Nella realtà sono un padre di famiglia alle prese come tanti con una tremenda crisi, di cui forse non abbiamo ancora visto il peggio. Risposte? Il nulla, assisto esterreffatto ad una zuffa fanciullesca. Purtroppo nonostante gli anni alle ultime elezioni mi sono fatto guidare dall'istinto, e schifato dall'andamento politico italiano ho votato così. Poi ho visto all'opera il movimento, e purtroppo ho dovuto prendere atto dell'inconsistenza politica e dell'assoluta mancanza di buonsenso. Ultima chicca la trasmissione in streamening di una consultazione atta a cercare un accordo per la formazione del nuovo governo, queste operazioni necessitano di riservatezza e tranquillità, difficilmente raggiungibili di fronte alle telecamere. Peccato perchè l'occasione era ghiotta; se Bersani non farà il governo, direttamente o indirettamente la palla tornerà a Berlusconi, che se la sta ghignando a crepapelle. I leaders del movimento hanno palesato grossi limiti sia intellettuali che politici. Sono francamente pentito di avere dato il voto a Grillo. Ora nello sfacelo della politica italiana abbiamo un nuovo protagonista...”.


“Siete ridicoli, dilettanteschi ed incompetenti”

Federico R., Pian di Scò: “Siete ridicoli!!! Non avrete mai più il mio voto, dilettanteschi ed incompetenti. Crimi e Lombardi, 2 buffoni che non sanno nulla, 2 facce ‘normali’ della mediocrità che rappresentano, che delusione Beppe....”


http://www.ilsalvagente.it/Sezione.jsp?titolo=Fiducia,%20rivolta%20sul%20blog%20di%20Grillo:%20''Siete%20dei%20dilettanti''&idSezione=20419.