martedì 26 marzo 2013

Mannoia, Grillo, Casaleggio e la decrescita elettorale felice

Fiorella Mannoia contesta la strategia politica del Movimento 5 Stelle. Di seguito una parte del suo post pubblicato su Facebook:

“Io penso che sia meglio dialogare con l’unica forza con la quale si può pensare di trovare un accordo che è quella del PD. Almeno per un anno e poi tornare semmai ad elezioni. Questo non è tradire il movimento, cari Grillo e Casaleggio, questo è senso della responsabilità che i cittadini hanno riposto nelle vostre mani. Voi troverete divertente vedere il PDL cercare di formare un governissimo con il PD e stare a guardare che cosa succede! Noi no.  Noi non ridiamo affatto, i cittadini vogliono che qualcuno si adoperi per risolvere i problemi del paese adesso, anche se si trattasse di scendere a qualche compromesso, non per stare a guardare vederlo affondare per poi dire “vedete che fine hanno fatto? Noi siamo più bravi”. No, caro Beppe, mi dispiace ma non sono d’accordo, e ti assicuro che ci sono molte persone che la pensano come me, più di quante immagini. Non è tempo di vendette e soddisfazioni personali. Se pensi che il “tanto peggio, tanto meglio” ti porti ad avere, se si tornasse ad elezioni, il 100% dei voti (e Dio non voglia) penso che ti sbagli di grosso, perché tutto l’elettorato di sinistra, che è la percentuale più alta del tuo, ti volterà le spalle.”


 Il link della pagina di Facebook su cui leggere l'intero post: