domenica 18 agosto 2013

MISERIA E NOBILTA'



Foto




Al Governo : No al blocco degli stipendi bassi. Fate la cresta a superstipendi&superpensioni

1 commento:

  1. http://www.flcgil.it/rassegna-stampa/nazionale/insegnava-all-universita-ma-non-aveva-mai-preso-la-laurea.flc
    «Ho preso 110 e lode», non è vero: indagato per truffa ex docente dell'ateneo di Bergamo, ora in servizio al MIUR come Dirigente Generale… dal Corriere della Sera del 13/10/2012…
    Si rinvia all’intervista di Augusto Pozzoli del 14 Marzo 2011:
    IL Pdl e il dirigente scolastico FuoriLegge
    http://www.ilfattoquotidiano.it/2011/03/14/il-pdl-e-il-dirigente-scolastico-fuorilegge/97531/
    a fronte dell’articolo edito su scuola oggi.org il 15 Luglio 2013 a cura del Segretario Responsabile UIL Scuola:
    http://www.scuolaoggimagazine.org/contributi/ufficio-scolastico-milano-gestione-fallimentare
    Ciò a proposito della Revoca di incarichi dirigenziali per ILLEGITTIMITA’ da invalidità PREGRESSA di provvedimento amministrativo consolidato in presenza di leggi retroattive NON applicate all’ATTO della Nomina conferita.
    La disciplina vigente in materia di incompatibilita' tra gli incarichi DIRIGENZIALI nella P.A. scolastica e lo svolgimento di incarichi POLITICI che possano porsi in conflitto con l'esercizio imparziale delle funzioni pubbliche affidate è chiara e NON suscettibile di “discrezionali interpretazioni”.
    Tale impianto NORMATIVO si articola in TRE CAPISALDI … IN PUNTA DI DIRITTO
    (a Protezione di un’azione Amministrativa IMMUNE da Anomalie Corruttive e a Garanzia dell’ Imparziale OGGETTIVO, Equo e Trasparente BUON ANDAMENTO della P.A.).
    PRIMO CAPOSALDO:
    la Legge Anticorruzione “Severino” : legge del 06.11.2012 n° 190.
    Disposizioni per la prevenzione e la repressione della corruzione e dell' illegalita' nella Pubblica Amministrazione.
    Art. 1, commi 49 e 50 lettera f :
    “disciplinare i casi di incompatibilita' tra gli incarichi DIRIGENZIALI di cui alla lettera d) -gia' conferiti- e l'esercizio di cariche negli organi di indirizzo politico”.
    SECONDO CAPOSALDO:
    Secondo dottrina e giurisprudenza (Picone, I temi generali del diritto amministrativo, II, ESI, 2000, 245 ss., C.d.S. 6361/03), infatti, una ipotesi di invalidità successiva di provvedimenti amministrativi consolidati come le Nomine ILLEGITTIMAMENTE conferite sarebbe individuabile in presenza di leggi retroattive, Ovvero di leggi che dispongano ora per allora …
    … come l’introduzione del comma 1-bis (all’art. 53 del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165) operata dal D. Lgvo “Brunetta” 150/09 … OVE SI ... PRESCRIVE un esplicito divieto in merito all’individuazione di soggetti cui attribuire specifici incarichi direttivi preposti alla gestione del personale scolastico ... rompendosi, col comma 1-bis, lo schema della assoluta liceità delle attività gratuite individuando come negativa per l’Amministrazione l’esistenza di un legame tra il Dirigente ILLEGITTIMAMENTE NOMINATO e Organizzazioni Sindacali oppure Partitiche.
    TERZO CAPOSALDO:
    ( ai sensi dell'articolo 54 del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, come sostituito dall' articolo l, comma 44, della Legge “Severino” del 6 novembre 2012, n°
    190 “Testo del Nuovo Codice di Comportamento dei Dipendenti Pubblici” )
    si precisano i doveri e gli obblighi dei pubblici dipendenti; in particolare al punto dell' articolo 6 e dell’ articolo 8 (Prevenzione della corruzione)
    “Il dipendente rispetta le misure necessarie alla prevenzione degli illeciti nell'amministrazione. In particolare, il dipendente rispetta le prescrizioni contenute nel piano per la prevenzione della corruzione, presta la sua collaborazione al responsabile della prevenzione della corruzione e, fermo restando l'obbligo di denuncia all'autorità giudiziaria, segnala al proprio superiore gerarchico eventuali situazioni di illecito nell'amministrazione di cui sia venuto a conoscenza".

    RispondiElimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.