venerdì 23 agosto 2013

Protesta docenti: momenti di tensione in piazza Montecitorio



Momenti di tensione in piazza Montecitorio. Il sit-in di protesta dei docenti 'inidonei' e dei tecnici e amministrativi precari della scuola pubblica rischia di trasformarsi in tragedia: un'amministrativa precaria, separata e con figli a carico, da giugno senza stipendio,  ha tentato di darsi fuoco, fortunatamente bloccata dai colleghi e dagli altri manifestanti presenti in piazza. Nel mondo della scuola si stanno verificando episodi al limite dell'esasperazione sociale. La politica ha il compito di intercettare questo malessere causato da anni di tagli lineari fine a se stessi. La politica ha il dovere di fare autocritica, cercando di non ripetere gli stessi errori. Infatti,  non basta l'accantonamento di personaggi non presentabili per le poltrone da Ministro.




Stiamo assistendo agli effetti negativi di quei tagli gestiti nel triennio 2008-2011 da politici che non sono mai entrati in un'aula, in una scuola, in una palestra o in un laboratorio, ma sono arrivati direttamente a dirigere il Ministero di Viale Trastevere solo e soltanto per opportunità elettorale.