domenica 21 settembre 2014

IL prof. Bravo mette i 9-10 (e gli 11 !), il cattivo i 5-6 e 7; l'alunno Bravo ha 9-10 (o 11!), il cattivo ha 6-7-8: la Valutazione "all' italiana" è servita !!!


.... Ma torna continuamente il termine made in Italy a connotare il senso del progetto.
Tradizione italiana. Patrimonio.
Per certi versi il rovescio esatto della formula di Tremonti
“con la cultura non si mangia”
– MA SULLO STESSO PIANO TEORICO, CON LO STESSO PARADIGMA DI PENSIERO…

…Un conto è retribuire di più chi lavora di più, un altro stabilire chi è un buon insegnante e chi no…
…E l’idea che emerge qui degli insegnanti mi pare piuttosto bassina.
Anche proprio dal punto di vista umano…

…la governance interna della scuola va ripensata: collegialità non può più essere sinonimo di immobilismo, di veto, di impossibilità di decidere. Puro stile renziano…

…Per non parlare del blocco del contratto collettivo di lavoro…

…Insegnanti di serie A e di serie B in competizione fra loro.

Studenti e famiglie che vedono i premiati e i respinti, li controllano sul sito per scegliere la scuola oppure li accolgono dopo la vittoria o la sconfitta nelle loro aule.

Via profe non si butti giù, vedrà che fra tre anni sarà promosso anche lei
– certo nella nostra classe hanno mandato tutti i bocciati…

MI PARE ABBASTANZA PER PRODURRE DISASTRI…
…E allora non ci siamo proprio…

LINK integrale edito poco fa (dalla FLC CGIL) :
http://www.flcgil.it/rassegna-stampa/nazionale/sulla-scuola-vi-stupiremo.flc