sabato 6 settembre 2014

L’Italia (e la Scuola) sono “malate” di Masochismo, Individualismo, Annuncite, Gratta e Vinci ?!?

L' Italia è Malata di Masochismo ...
NO: siamo Bravi ... a farci LEGARE le Mani !!!





















Si premette uno Stralcio di una Famosa Canzone Napoletana
che “chiarifica” (in sintesi ANTICIPATA) la DIAGNOSI
del Noto Psichiatra Vittorino Andreoli :

… indifferentemente,
tanto 'o ssaccio che só':
pe' te nun só' cchiù niente!...
E damme stu veleno,
nun aspettá dimane...
ca, indifferentemente,
si tu mm'accide nun te dico niente

TRADUZIONE :

… indifferentemente,
tanto lo so cosa io sono:
per te non sono più niente!...

E dammi questo veleno,
non aspettare domani...
che, indifferentemente,
se tu mi uccidi io non ti dico nulla…

In conseguenza del sopra “cantato” ATTEGGIAMENTO ATAVICO ITALIOTA…
… i Salari degli statali sono bloccati anche per il 2015…
…così come ogni altro ex-DIRITTO… in VIA di ESTINZIONE !!!
_____________________________________________________________________________________
Quali sono i sintomi della malattia mentale dell’Italia, professor Andreoli ?

“Ne ho individuati quattro. Il primo lo definirei “masochismo nascosto”. Il piacere di trattarsi male e quasi goderne. Però, dietro la maschera dell’esibizionismo”.

Mi faccia capire questa storia della maschera.

“Beh, basta ascoltare gli italiani e i racconti meravigliosi delle loro vacanze, della loro famiglia. Ho fatto questo, ho fatto quello. Sono stato in quel ristorante, il più caro naturalmente. Mio figlio è straordinario, quello piccolo poi…”.
Esibizionisti.
“Ma certo, è questa la maschera che nasconde il masochismo. E poi tenga presente che generalmente l’esibizionismo è un disturbo della sessualità. Mostrare il proprio organo, ma non perché sia potente. Per compensare l’impotenza”.

Viene da pensare a certi politici. Anzi, a un politico in particolare.

“Pensi pure quello che vuole. Io faccio lo psichiatra e le parlo di questo sintomo degli italiani, di noi italiani. Del masochismo mascherato dall’esibizionismo. Tipo: non ho una lira ma mostro il portafoglio, anche se dentro non c’è niente. Oppure: sono vecchio, però metto un paio di jeans per sembrare più giovane e una conchiglia nel punto dove lei sa, così sembra che lì ci sia qualcosa e invece non c’è niente”…

Secondo sintomo.

“L’individualismo spietato. E badi che ci tengo a questo aggettivo. Perché un certo individualismo è normale, uno deve avere la sua identità a cui si attacca la stima. Ma quando diventa spietato…”.

Terzo sintomo della malattia mentale degli italiani ?
“La recita”.

La recita ?
“Aaaahhh, proprio così… noi non esistiamo se non parliamo. Noi esistiamo per quello che diciamo, non per quello che abbiamo fatto. Ecco la patologia della recita: l’italiano indossa la maschera e non sa più qual è il suo volto.

E poi c’è il quarto sintomo, importantissimo. Riguarda la fede…”.

Con la fede non si scherza.

“Mica quella in dio, lasciamo perdere. Io parlo del credere. Pensare che domani, alle otto del mattino ci sarà il miracolo. Poi se li fa dio, San Gennaro o chiunque altro poco importa. Insomma, per capirci, noi viviamo in un disastro, in una cloaca ma crediamo che domattina alle otto ci sarà il miracolo che ci cambia la vita. Aspettiamo Godot, che non c’è. Ma vai a spiegarlo agli italiani. Che cazzo vuoi, ti rispondono. Domattina alle otto arriva Godot. Quindi, non vale la pena di fare niente…

LINK dell’ intervista integrale:

http://www.huffingtonpost.it/2013/08/06/vittorino-andreoli-intervista-italia-malato-psichiatrico_n_3712591.html


…La madre dei riformatori della scuola è sempre incinta ! …
…ha scritto giorni fa la Segretaria della FLC CGIL di Milano;

PER FORZA: “in giro” è PIENO di… OSTETRICI !!!


Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.