mercoledì 6 gennaio 2016

MAO ZE DONG E LA RIVOLUZIONE CULTURALE CONTRASTIVA: esercizio di brainstorming.

Buongiorno, agli amici e ai lettori di RTS, sono stato poco presente perchè mia moglie ha avuto un problema di salute e adesso che sembra risolto, non potevo resistere nel proporVi questo semplice esercizio di brainstorming, diciamo un pò "brain" e un pò "mappa concettuale".
Proviamo ad isolare dei singoli fatti, in maniera un pò grezza e artigianale, accenniamo a una possibile tela di "connessioni" e consegnamolo alla riflessione critica di ciascuno di noi, così tanto per dire.

Su wikipedia ho trovato questo:

"..Note anche in Occidente sono le immagini delle vittime, soprattutto professori, con in testa un cappello d'asino, al collo un cartello col nome e i "crimini", la faccia sporca di inchiostro. Costrette per ore a rimanere in bilico in piedi su una sedia, chinano il capo di fronte alle "masse", fino al collasso muscolare. Talvolta il cartello è una tavola di legno pesante diversi chili, che provoca ferite al collo. Ad alcuni vengono tagliati i capelli. Nella "posizione dell'aeroplano", le braccia vengono distese e bloccate dietro la schiena, costringendo la vittima a chinare la testa. Famosa è la foto in questa posizione di Wang Guangmei, moglie di Liu Shaoqi, umiliata al politecnico di Pechino (Qinghua). In letteratura sono descritte diverse altre forme di tortura e violenza. .

I cappelli d'asino sono ispirati allo scritto di Mao Rapporto su un'inchiesta sul movimento contadino nello Hunan, in cui è riferito di contadini che li mettevano in testa ai proprietari terrieri. ..."



.....vi ricorda niente?...sicuri?...



Anche io ho visto le "slides" dell'ANP, mi piace però sottolineare quelle dove dicono:



A cui si aggiunge una specie di descrizione "tipo" della scuola:




Quindi sembra che i docenti esprimono i loro "punti di vista particolari" e grazie allo "specialista del generale" (ossimoro poetico?) abbiamo la certezza della salvaguardia dell' "interesse pubblico" che mi pare contrastivo con quello dei docenti. 
In effetti non ci avevo mai pensato, è sicuramente una riflessione originale e densa di implicazioni, la prima cosa che mi viene in mente sono gli "interessi individuali" che si esprimono in Parlamento (organo di legittimazione democratica) che potrebbero (anzi dovrebbero?) trovare un loro contrappeso magari in un "innominato per concorso" (organo di legittimazione tecnica) che meglio esprime l'interesse generale, che so qualcosa di simile a un Re, un Conducator, un Imperatore...magari emanazione del Divino così abbiamo veramente un "interesse superiore"...è una riflessione fantastica, la slide è molto utile..davvero, molto, molto.



Cosa mi sono dimenticato?...la nota slide delle "mani libere" contro chi contrasta il PTOF e forse la Costituzione e l'interesse generale...Mao li mandava in campi di "rieducazione", insomma una cosa light diciamolo, soprattutto se paragonata a quello che facevano Stalin e i suoi epigoni: se non funzionava la "rieducazione" li mandavano in ospedale psichiatrico perchè ovviamente erano pazzi...un pò come Erasmo da Rotterdam.
Comunque sono grato dei chiarimenti pervenuti perchè io ad esempio per docente contrastivo intendevo un docente con colori forti e abbigliamento singolare, che male si attagliava alla scuola, evidentemente avevo capito male adesso capisco che era contrastivo contro il ptof e dintorni..



Tralascio l'intervento rassicurante su OS dell'amico Nocera  
che ha finalmente chiarito (evidentemente se ne sentiva il bisogno) che anche i ds sono sottoposti alle giurisdizioni...meno male dai, poteva andare anche peggio, diciamolo! 

Emoticon wink
All'esercizio di brainstorming, cosa manca?...certamente i dati sulla crescita del PIL, sono di parte diciamolo senza paura, ho difficoltà a dire però se sono "di sinistra", "di destra", "governativi" o "anti governativi", dai diciamo che per alcuni sono i soliti "gufi", una categoria che trascende la politica e mette al centro forse l'avicoltura, comunque intanto riportiamoli in attesa di altri dati:

"Napoli: Nappi “Istat, crescita misera Pil, siamo fanalino di coda in Europa”

13 novembre 2015

La stima preliminare del Pil pubblicata oggi dall’Istat mostra ancora numeri da prefisso telefonico per l’Italia. Nessun ottimistico pronostico previsto dal Governo è stato dunque rispettato. La crescita del prodotto interno lordo in Italia rallenta bruscamente nel terzo trimestre, e segna una crescita misera del +0.2%. Mentre Francia e Germania volano con un incremento del +0,3% il nostro paese si conferma essere fanalino di coda in Europa. Così il Responsabile Nazionale Lavoro e Sviluppo di Forza Italia, prof. Severino Nappi. ..".



Insomma sembrano posizioni e "piazzamenti" dietro la Grecia........ah provate ad indovinare di chi sarà la colpa se anche il 2016 andrà come il 2015?.....dai provate un pò.....

Buona giornata se potete e soprattutto buon 2016 al mondo della Scuola e a tutti noi.


Post Scriptum
Mi dicono che ci sarà un referendum costituzionale (tipo monarchia vs repubblica? con risultati sul filo di lana...)...sono curioso di conoscere la posizione non dell'ANP ma dell'ANPI....