venerdì 29 luglio 2016

Concorso a cattedra: scrivere e pubblicare non fa il monaco, o meglio il docente di ruolo


Su OS (http://www.orizzontescuola.it/news/concorso-cattedra-umiliato-46-anni-forse-non-cerano-cattedre-lettera )  si può leggere una lettera a firma di un collega calabrese che scrive:“una Laurea di tutto rispetto in Filosofia, un Dottorato di ricerca in “Pensiero politico e istituzioni nelle società mediterranee”, un Master in “Epistemologia, interculturalità e comunicazione nel postmoderno”, centinaia di pubblicazioni su riviste scientifiche, 9 libri di filosofia pubblicati da varie case editrici prestigiose (“Globalizzazione e politica” 2005, “La differenza. 13 interviste, 2 articoli e 1 saggio” Città del Sole Edizioni, 2006, “Tracciati”, Artemis, 2007, “Il pianeta espropriato” Città del Sole Edizioni, 2007, “La ragione - Thomas Hobbes, Baruch Spinoza, Gottfried Wilhelm Leibniz”. Artemis, 2007, “L’origine della filosofia” Leonida Edizioni, 2001, “Scritti” Lulu.com, 2012; “Per una critica della ragione industriale” Lulu.com, 2013. “Eccomi qua”, Disoblio Edizioni 2014. “Realismo Meridiano”, Disoblio Edizioni, 2015), 10 anni di attività di giornalista pubblicista per la Gazzetta del Sud, collaboratore e fondatore di varie riviste scientifiche, stimatissimo insegnante da qualche anno, moderatore e organizzatore di tavole rotonde e conferenze di cultura generale e di filosofia per varie associazioni prestigiose “ e poi: prova scritta NON superata. Orrore: nessun candidato ammesso. Silenzio. Ho riflettuto. Ho sorriso con sarcasmo. Poi ho solo pensato: sono stato turlupinato dallo stesso sistema che ha più volte confermato le mie tre C – Conoscenze, Competenze, Capacità, nel momento in cui mi ha riconosciuto il valore di una Laurea, di un Dottorato, di un Master. Sono stato buggerato. Umiliato. A 46 anni”. Direbbe  José Mário dos Santos Mourinho Félix, noto semplicemente come José Mourinho, " scrittore, saggista e giornalista: zero tituli “. Diciamo noi: probabilmente scrivere e pubblicare non fa il monaco, o meglio non fa il docente di ruolo.

 

 

Aldo Domenico Ficara

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.