sabato 13 agosto 2016

Gli insegnanti all’ultimo posto nella classifica degli stipendi del settore pubblico


In Italia, dati rielaborati dall’AdnKronos in riferimento agli stipendi del settore pubblico,  i magistrati sono i dipendenti pubblici che vantano le retribuzioni più alte, con un reddito annuale medio di 142.653 euro. All’estremo opposto ci sono gli insegnanti con 29.468 euro. Sempre nel comparto scuola e formazione non mancano le differenze: i dipendenti degli istituti di formazione artistico musicale ricevono un compenso superiore rispetto ai colleghi delle scuole (36.043 euro) e delle università, dove il reddito medio è di 43.221 euro. Secondi in classifica, ma a distanza, si posizionano i prefetti con 91.184 euro, seguiti dai diplomatici con 88.492 euro. Retribuzioni molto elevate vanno anche al personale delle autorità indipendenti, con 83.062 euro di media. Infine i vigili del fuoco  ricevono un compenso di 31.620 euro, mentre i corpi di polizia arrivano a 38.095 euro e le forze armate a 38.804 euro. Stessa situazione si verifica negli enti, con i dipendenti degli enti pubblici economici che percepiscono 30.890 euro, quelli degli enti non economici arrivano a 41.636 euro e negli enti di ricerca 40.847. E ancora gli  ispettori del fisco hanno ricevuto uno stipendio annuo di 37.340 euro, mentre la retribuzione dei dipendenti del servizio sanitario nazionale è stata in media di 38.589 euro. Stilando una possibile classifica avremo :

1.     Magistrati  con un reddito annuale medio di 142.653 euro
2.     Prefetti con un reddito annuale medio di 91.184 euro
3.     Diplomatici con un reddito annuale medio di 88.492 euro
4.     Personale delle autorità indipendenti con un reddito annuale medio di 83.062 euro
5.     Docenti universitari con un reddito medio di 43.221 euro
6.     Dipendenti enti non economici con un reddito annuale medio di 41.636 euro
7.     Dipendenti enti di ricerca con un reddito medio di 40.847 euro
8.     Forze armate con un reddito medio di 38.804 euro
9.     Dipendenti del servizio sanitario nazionale con un reddito medio di 38.589 euro
10.                       Corpi di polizia con un reddito medio di 38.095 euro
11.                       Ispettori del fisco con un reddito annuale medio di 37.340 euro
12.                       Dipendenti degli istituti di formazione artistico musicale con un reddito medio di 36.043 euro
13.                       Insegnanti con un reddito medio di 29.468 euro

Quindi, se non è vera la definizione di insegnanti deportati, è vera quella di insegnanti italiani mal pagati

 

Aldo Domenico Ficara