lunedì 29 agosto 2016

Scuola di Amatrice: sono stati eseguiti lavori di miglioramento o adeguamento sismico ?


La normativa italiana (dal D.M. 24-1-1986 del Min. LL. PP. in poi) prevede due livelli di intervento strutturale sul costruito in zona sismica:

1.     Adeguamento sismico: Un insieme di opere necessarie per rendere l’edificio atto a resistere ad azioni di progetto equivalenti a quelle previste per le nuove costruzioni. Gli interventi di adeguamento sono obbligatori solo in occasione di variazioni sostanziali dell’organismo edilizio, inerenti sia agli aspetti strutturali sia alle destinazioni d’uso.
2.     Miglioramento sismico: Un insieme di opere atte a conseguire un maggior grado di sicurezza nei confronti delle azioni sismiche senza peraltro modificare sostanzialmente il comportamento globale dell’edificio.

Da alcune dichiarazioni si evince che i lavori nella scuola Capranica di Amatrice (http://www.repubblica.it/cronaca/2016/08/29/news/titolo_non_esportato_da_hermes_-_id_articolo_4388618-146799369/ ) sono stati eseguiti in funzione del miglioramento sismico ( e non di adeguamento sismico ), quindi dovevano seguire le seguenti fasi:
 
1.     Conoscenza dell’oggetto di studio.
2.     Progetto di danno: a. Esame del quadro fessurativo; b. Esame delle forme di vulnerabilità specifiche; c. Individuazione dei possibili meccanismi di collasso
          connessi alle forme di vulnerabilità tipica e loro adattamento al caso di studio;
          d. Calcolo del moltiplicatore di collasso relativo a ciascuno dei meccanismi individuati        
3. Individuazione degli interventi atti a modificare i meccanismi di collasso previsti o a rendere più elevati i moltiplicatori. Ciascuna soluzione tecnica adottata dovrà rispondere ad una carenza individuata nel progetto di danno, evitando quindi interventi generici e aprioristici.

 

 

Aldo Domenico Ficara