domenica 27 novembre 2016

Chi e perché può chiedere l'aspettativa a scuola


L’istituto dell’aspettativa è una sospensione del rapporto di lavoro, nella maggior parte delle ipotesi non retribuita. Trattandosi di sospensione del rapporto di lavoro, il dipendente conserva il diritto al posto, pur non effettuando alcuna prestazione, anche per lunghi periodi. Nella scuola hanno diritto all'aspettativa:
·        il personale con contratto a tempo indeterminato;
·        i docenti di religione cattolica;
·        il personale assunto con contratto a tempo determinato per l'intero anno scolastico o fino al termine delle attività didattiche; in questo caso l'aspettativa spetta nei limiti della durata dell'incarico.
Motivi e durata. L'aspettativa può essere chiesta:
·        per motivi personali o di famiglia;
·        per motivi di studio, di ricerca o dottorato di ricerca;
·        per motivi di lavoro, per realizzare l'esperienza di una diversa attività lavorativa o per superare un periodo di prova; in questo caso la durata dell'aspettativa è fissata ad un anno scolastico.

 

Aldo Domenico Ficara

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.