domenica 13 novembre 2016

Gli stipendi degli insegnanti non sono cambiati di una virgola


 
 
Era il 5 agosto 2016 quando sul Giornale di Sicilia si scriveva :«Se la base stipendiale» per il pubblico impiego «sarà aumentata - mi pare che i margini ci siano - sarò la prima che farà la battaglia» per aumentare gli stipendi dei docenti. Lo ha detto il ministro dell'Istruzione, Stefania Giannini, commentando dai microfoni di Radio 24 l' annuncio del Presidente del Consiglio Matteo Renzi rispetto alla necessità di aumentare gli stipendi della pubblica amministrazione. «Certamente» anche gli stipendi degli insegnanti vanno aumentati, ha sottolineato Giannini. «Tutto il pubblico impiego è affetto da una staticità degli stipendi che ha penalizzato il comparto in generale. La scuola non ne è esente, come non ne sono esenti l'università e il mondo della ricerca. È importantissima questa apertura che sta facendo Renzi». Sono passati oltre 3 mesi da quelle dichiarazioni, e oggi alla vigilia del voto sul referendum costituzionale gli stipendi degli insegnanti non sono cambiati di una virgola.

 

Aldo Domenico Ficara

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.