venerdì 30 dicembre 2016

Mobilità insegnanti 2017/18: si prevede un esodo da nord a sud


 
 
Sul Corriere della Sera, a proposito della mobilità degli insegnanti, si scrive: “ A partire dalla prossima primavera ogni insegnante di ruolo potrà subito chiedere di essere trasferito in un’altra scuola vicino a casa e indicare quale, fino a un massimo di 5 istituti: se non ci sarà posto per lui, avrà altre 4 possibilità. Inoltre potrà scegliere fino a 10 province (15 se non sceglie la scuola): se da Udine, ad esempio, non riuscirà a trovare una cattedra a Palermo, potrà indicare anche le province vicine. Questo significa che anche il prossimo anno scolastico, dopo quello in corso, vedrà un via vai di docenti su e giù per la Penisola. Il Miur ne prevede almeno 50 mila, per i sindacati saranno ben di più. E per la maggior parte c’è da aspettarsi che saranno viaggi dal Nord verso il Sud. Cambia il governo, cambia il verso dei viaggi: prima quelli forzosi ( chiamati deportazioni ) da sud a nord, dopo quelli auspicati da nord a sud.

 

Aldo Domenico Ficara

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.