mercoledì 15 marzo 2017

Classe separata in bravi e somari: denunciata la prof.ssa per abuso dei mezzi di correzione


 
 
In una classe di una scuola media, in un paese dell’Oristanese, l’insegnante ha pensato bene di dividere la classe in due. Da una parte i bravi, dall’altra i somari. Due gruppi separati fisicamente, lezioni rivolte solo a quelli bravi. Nel gruppo dei somari si è trovata anche la figlia di una donna che giorni fa fece irruzione nell’aula scolastica, rivolgendo pesanti accuse contro l’insegnante, tali da far intervenire i carabinieri . La studentessa ha raccontato a casa di esser stata ripresa più volte dall’insegnante e invitata a non disturbare la spiegazione. Per “convincere” l’alunna a un comportamento appropriato, o almeno ritenuto tale dall’insegnante, la piccola studentessa è stata costretta a trascorrere le ore di lezione con la faccia rivolta verso il muro.   L’inchiesta dei carabinieri ha portato alla luce i metodi didattici ed educativi particolari dell’insegnante. Sono stati ascoltate le parole di ragazzi, genitori, vertici della scuola. Il risultato è finito su una denuncia nei confronti dell’insegnante, per abuso dei mezzi di correzione.

 

Aldo Domenico Ficara