mercoledì 22 marzo 2017

Divario generazionale: stiamo vivendo in un film horror e non ce ne stiamo accorgendo


 
 
In uno studio della Fondazione Visentini presentato alla Luiss riguardante il fatto che i giovani italiani ci mettono sempre più tempo per diventare autonomi, si legge:“Se un giovane di vent’anni nel 2004 aveva impiegato 10 anni per costruirsi una vita autonoma, nel 2020 ne impiegherà 18 (arrivando quindi a 38 anni), e nel 2030 addirittura 28: diventerebbe, in sostanza, ‘grande’ a quasi cinquant’anni”. Si ricorda che  la Fondazione Bruno Visentini, istituzionalmente collegata alla Luiss, si occupa di analizzare i problemi economici giuridici di maggiore rilevanza per il nostro sistema di imprese e, più in generale, del sistema socio-economico del Paese. Un solo commento: Stiamo vivendo in un film horror e non ce ne stiamo accorgendo, sarebbe auspicabile porre rimedio immediatamente a questo gravoso divario generazionale.

 

Aldo Domenico Ficara