venerdì 3 marzo 2017

Il Ministro dell’istruzione Fedeli ha il reddito 2016 più alto del governo Gentiloni


Da un articolo pubblicato su Repubblica.it si evince una sorta di classifica dei redditi 2016 presentati dai ministri del governo Gentiloni. Valeria Fedeli, ministro dell'Istruzione, è la più “  ricca “ del governo Gentiloni. La titolare del ministero di viale Trastevere nella dichiarazione per l'anno 2016 ha un reddito imponibile di 180.921 euro.  Dietro Fedeli, nella classifica dei redditi 2016 dichiarati dai membri dell'esecutivo Gentiloni si piazza il ministro dei Beni culturali Dario Franceschini, con 148.692 euro. Al terzo posto la ministra dei Rapporti con il Parlamento Anna Finocchiaro, con un reddito imponibile di 144.853 euro.
Subito dopo il "podio", quarto posto per Enrico Costa, ministro per gli Affari regionali, con 112.034 euro. Solo quinto il premier Paolo Gentiloni con 109.607, poi il ministro dei Trasporti Graziano Delrio, con 104.473 euro, il ministro del Lavoro Giuliano Poletti, con 104.432 euro, il ministro degli Esteri Angelino Alfano, con 102.300 euro, il ministro dello Sviluppo economico Carlo Calenda, con 102.058 euro, la ministra della Pubblica amministrazione Marianna Madia, con 98.816 euro. Stesso reddito per il ministro della Giustizia Andrea Orlando, quindi il ministro dello Sport Luca Lotti, con 98.471 euro. Il ministro della Coesione territoriale Claudio de Vincenti, ha un reddito imponibile di 97.728 euro, dietro di lui Gian Luca Galletti - l'anno scorso il più ricco del governo Renzi - con 97.631 euro, la ministra della Salute Beatrice Lorenzin, con 97.576 euro, la ministra della Difesa Roberta Pinotti, con 96.663 euro, la sottosegretaria alla presidenza del Consiglio Maria Elena Boschi con 96.571 euro, il ministro dell'Interno Marco Minniti, con 92.237. In coda il ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan, passato dai 216 mila euro dell'esordio con il governo Renzi ai 49.958 euro dichiarati nel 2016, e il ministro dell'Agricoltura Maurizio Martina, con 46.750 euro.

 

Aldo Domenico Ficara


Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.