venerdì 14 aprile 2017

Per una società guardare gli insegnanti come "sfigati"che fanno un mestiere di ripiego è l’inizio della fine




Si riporta una parte di un intervento su Facebook della cantate Fiorella Mannoia: “ Non dico che tutto il corpo docente sia all'altezza, ma quelli che considerano l'insegnamento una vocazione, come dovrebbe essere, sono più di quanto immaginiamo e in una classe ne basta uno, uno solo, sarà quello che ti ricorderai per tutta la vita, quello che ammiravi, che ascoltavi con piacere, quello che ti dispiaceva deludere. E considerare i docenti che svolgono un ruolo così importante per la società in cui viviamo, una categoria di scansafatiche è quanto di più sbagliato e pericoloso si possa fare, anche per i ragazzi stessi che rischiano di guardare gli educatori, non più con quel rispetto che l'autorevolezza del ruolo impone, ma come una categoria di "sfigati"che fanno un mestiere di ripiego, che.. "tanto mamma dice che è uno scemo che non gli va di lavorare". Sintetizzando il pensiero della Mannoia si può dire : Per una società civile e democratica guardare gli insegnanti come "sfigati"che fanno un mestiere di ripiego, è l’inizio della fine.


Aldo Domenico Ficara

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.