martedì 2 maggio 2017

A Roma un’ insegnante di italiano trovata sul letto con il cranio fracassato


 
 
Quando i carabinieri della compagnia Roma centro, intorno alle ore 5.45, si trovano davanti ad un tragico fatto, descritto in precedenza da una tremenda confessione, per la vittima non si poteva fare più nulla. Nella casa indicata dall'uomo che aveva commesso l’omicidio, in vicolo del Babuino 7, la scena che i carabinieri si trovano davanti è davvero agghiacciante: una donna, 47 anni, insegnante di italiano alla scuola germanica di Roma, è riversa sul letto in un lago di sangue e con il cranio fracassato. Il tragico fatto è cosi sintetizzato: Un uomo ha spaccato la testa della sua compagna colpendola varie volte mentre lei era nel letto, forse mentre dormiva. Poi è uscito di casa, un palazzo signorile a pochi metri da piazza di Spagna dove vivevano insieme, ed è andato nella caserma dei carabinieri più vicina: «Correte, ho ucciso la mia fidanzata».

 

Aldo Domenico Ficara