lunedì 1 maggio 2017

Il Museo della Scuola «Paolo e Ornella Ricca»


Il Museo della Scuola «Paolo e Ornella Ricca», nato ufficialmente a Macerata nel febbraio 2010 ed inaugurato nel giugno 2012, vanta – grazie alla generosità di un numero sempre maggiore di donatori – collezioni composte da un’ampia e variegata gamma di materiali che spaziano dai libri di testo e di lettura, ai quaderni e diari scolastici, ai periodici per bambini (come il “Corriere dei Piccoli” e il “Giornalino della Domenica” di Vamba), agli strumenti di scrittura, agli albi di disegno e coloritura, alle carte geografiche e ai tabelloni didattici e infine a numerose altre suppellettili ed elementi dell’arredo scolastico che sono ascrivibili all’interno della cultura materiale della scuola, la quale costituisce la cifra stessa d’un museo che intenda offrire uno spaccato suggestivo (oltre che filologicamente corretto) della scuola del passato. Il Museo espone anche un’intera aula scolastica degli anni Trenta completa di tutti gli arredi e materiali scolastici.  L’offerta formativa proposta dal museo è ricca e variegata, con specifici approfondimenti tematici e innovativi laboratori didattici, indirizzati prevalentemente agli alunni della scuola dell’infanzia, primaria e secondaria di primo grado.
Nella pagina web del museo si scrive: “Emanazione del Centro di documentazione e ricerca sulla storia del libro scolastico e della letteratura per l’infanzia, il Museo della Scuola “Paolo e Ornella Ricca” dell’Università di Macerata, nato per raccogliere le numerose collezioni di materiali scolastici donate all’Università dell’Ottocento e del Novecento, progetta ed offre una serie di attività e laboratori didattici finalizzati a far conoscere agli studenti – e a far ricordare ai bambini un po’ meno giovani – com’era la scuola di un tempo. Ma anche per imparare cose in modo nuovo, mettendosi giocosamente alla prova. Lo dimostrano gli oltre 3.000 visitatori che lo scorso anno ci sono venuti a trovare. Il Museo fa parte del Sistema Museale del territorio marchigiano e della Provincia di Macerata “.
 
Aldo Domenico Ficara