lunedì 3 luglio 2017

Terza prova esame di maturità: a Cagliari studente dislessico umiliato davanti a tutta la classe




“Lo studente dislessico si sieda qui a fianco alla cattedra”, avrebbe detto la presidente di commissione prima di iniziare il compito, per poi contestare gli schemi e le mappe necessari al ragazzo per facilitare la sua attività didattica. In un articolo del giugno 2015 di " Cagliari Casteddu " si scriveva: " Umiliato davanti a tutta la classe durante la terza prova dell’esame di maturità. È successo a uno studente dislessico di un istituto tecnico commerciale di Cagliari, davanti agli occhi dei compagni e dei docenti della scuola ". Dopo l’episodio la madre dello studente dichiara: “E’ stato isolato da tutti e, soffrendo anche di disturbi di ansia, è entrato subito nel panico. Tanto che voleva consegnare tutto e andarsene. C’è voluta una vita per fargli acquistare fiducia in sé stesso, tutto mortificato in una mattinata. Un’umiliazione di questo tipo non capitava da quando frequentava le elementari .La vicepreside ha giustificato l’isolamento dicendomi che c’era il rischio che i compagni copiassero dalle mappe di mio figlio, ma è una spiegazione che a me non convince”. Un episodio di due anni fa che in poco tempo fece il giro della scuola, e scatenò la solidarietà e la vicinanza di molti docenti e compagni di classe.




Aldo Domenico Ficara

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.